Champing: il bisogno di spiritualità non va in vacanza. Anzi sì

champing

Forse a causa della crisi economica da un po’ di anni a questa parte un numero sempre maggiore di persone opta per un tipo di vacanza spirituale.

Non è più una novità quindi sentire di persone che per rigenerarsi, per staccare dalla frenesia di tutti i giorni o per trovare un senso “a tutto questo”, nei periodi di vacanza invece di scegliere luoghi lontani, esotici o di divertimento, preferisce luoghi tranquilli e ritirati, dove il silenzio regna sovrano: monasteri, eremi, cammini una volta percorsi dai pellegrini che ora vengono battuti anche da persone che non ritengono di avere una fede particolare.

I dati mostrano che la tendenza è in crescita: sebbene i viaggi attribuibili a motivi legati alla fede non superino il 2,1 per cento del totale, l’incremento rispetto agli ultimi anni è pari al 48.5 per cento. E non importa l’età: secondo i dati raccolti dal professore Maurizio Boiocchi, ricercatore di marketing dell’università Iulm, il pellegrino italiano ha, generalmente, tra i 51 e i 65 anni, ma “non è raro che vengano a trovarci per qualche giorno gruppi di ragazzi, anche da altre città” afferma un responsabile dell’area ricettiva dell’Eremo di Ronzano. Non ha importanza neanche il tipo di fede che si ha: non sono solo i cattolici che fanno vacanze spirituali, ma sono coinvolti in questi tipo di turismo anche centri di crescita spirituale, yoga e luoghi di incontro e contatto con le filosofie orientali. Qui un bell’elenco di località.

La novità di quest’anno però nella tendenza che lega turismo e luoghi sacri sembra venire da un ente esterno al mondo della fede e si tratta del Champing, che unisce la sfera spirituale e il contatto con secoli di storia. Il termine Champing unisce le parole chiesa (“church”) e campeggio (“camping”) ed si tratta proprio di questo: dar modo alle persone di vivere edifici storici in un modo completamente diverso. Ai turisti infatti vengono date le chiavi della chiesa nella quale dormiranno, come fosse una stanza d’albergo, con l’idea di ridare vita ad antiche chiese in disuso, ma ricche di storia. Solo poche cose da sapere: la chiesa sarà d’uso esclusivo del gruppo che l’ha prenotato, sia esso composto da due o dodici persone; bisogna portarsi le coperte o i sacchi a pelo per la notte perché sono messi a disposizione solo i letti con i materassi e delle seggiole da campeggio; i cani sono ammessi, senza il bisogno di pagare costi extra e la colazione (compresa nel prezzo) può essere fatta portare direttamente alla chiesa, o consumata nel pub locale.
L’iniziativa è stata lanciata da The Churches Conservation Trust, un’organizzazione che si occupa di conservare e riabilitare oltre 340 chiese che hanno valore storico o architettonico.
Le chiese attualmente messe a disposizione per questo fenomeno sono la Chiesa di St Cyriac and St Julitta nel villaggio di Swaffham Prior, vicino Cambridge, la All Saint’s Church, Aldwincle, Northamptonshire, e la Chiesa di St Mary the Virgin a Fordwich, Kent.
Il costo è di 60 sterline a notte per persona (ma in offerta a 45 sterline per chi si prenota prima del 1° giugno 2015) e tutti i fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare i lavori di restauro di altre chiese. Il costo comprende la colazione portata direttamente in chiesa la mattina, l’intrattenimento fornito da raccontastorie, gite in canoa, camminate – godendo appieno della bellezza naturale dell’Inghilterra – e perfino lo yoga o prender parte alle attività locali.

Per maggiori informazioni:
Chana: 0782 5178 961
champing@thecct.org.uk

Fonti: Stretto Web | Corriere della Sera | Canoe2 | Visit Churches

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...