A Chicago c’è una suora da corsa

suor stephanie beliga corre la maratona di chicago

Lei si chiama Stephanie Baliga e correre, fin da quando aveva 9 anni, era tutta la sua vita. 

Nel 2010 però si rompe una caviglia e per lei, 25 anni, 6 ° posto nazionale in cross-country e star della corsa,  non è stato un bel momento passare da 75 ore di allenamento settimanale a saltellare sulle stampelle in giro per il campus. Si sentiva completamente persa.

“Correre era una cosa troppo importante per me e incominciai a interrogarmi su cosa Dio mi stesse chiedendo di fare della mia vita.”

E così ha iniziato a frequentare sempre più spesso Centro Cattolico Newman del campus: non era mai stata particolarmente devota, frequentava messa da bambina, ma non era mai stata molto certa della veridicità della dottrina cattolica. Le vie del Signore sono infinite, si dice, ed è proprio quando uno meno se lo aspetta che le situazioni si trasformano, diventando benedizioni da disgrazie che sembravano inizialmente.

Durante un ritiro infatti, dopo aver preso la comunione infatti diventa certa della sua fede e sente la presenza di Cristo nella propria vita, facendola piombare in una di quelle situazioni “in cui devi prendere dei provvedimenti al riguardo.” Lei avrebbe voluto prendere i voti, ma la domanda che più le premeva era: può una suora correre? La questione è controversa perché alcuni ordini Cattolici non approvano che le suore partecipino a eventi sportivi, trovando che la cosa sia poco dignitosa e incompatibile con la vita di una suora. Fortunatamente è riuscita a trovare un ordine dalla visuale piuttosto aperta: l’ordine dei Francescani dell’Eucarestia non solo approva la sua passione per la corsa, ma addirittura la incoraggia, a patto che si copra la testa e le gambe fin sotto al ginocchio quando lo fa.

Per i restanti anni del college ha continuato a frequentare il centro cattolico della sua scuola e correre con il suo team, ma una volta diplomata ha preso i voti.

bible pub chillout

Dal 2011 quindi Stephanie Balinga è la Sorella Stephanie che tutti i giorni alle 4 di mattina corre nell’Humboldt Park di Chicago – prima dell’alba in modo da poter rientrare in tempo alla Missione della Nostra Signora degli Angeli per non perdere le preghiere mattutine e che corre ancora 30 – 40 miglia a settimana come allenamento per la maratona.

“Ora uso il correre per glorificare Dio e aiutare a promuovere ciò che facciamo nella nostra chiesa.”

Stephanie ha infatti iniziato a sfruttare la sua passione per la corsa a favore della vita religiosa: partecipando alle maratone raccoglie fondi per la ristrutturazione della chiesa e aiuta il Team OLA (Our Lady of the Angles) che partecipa alla maratona di Chicago.

“Se Dio mi avesse chiesto di lasciare la corsa, l’avrei fatto. Ma così non è stato e questo mi rende felice.”

A fine gennaio di quest’anno ha tenuto un discorso presso il Centro Cattolico Sheil sulla sua carriera di corridore e lo sforzo per combinare lo sport e la spiritualità.

Fonti: Chicago SunTimes | Spirituality &Health | WGN-TV | The Daily Northwestern

One thought on “A Chicago c’è una suora da corsa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...