Missione: donare al Vietnam un’ampia collezione di statue buddhiste

Thich Tu Nghiem collect more than 300 buddhist statues

Monaco buddhista da quando aveva 12 anni, Thich Tu Nghiem, ha avuto la possibilità di girare fuori dal proprio paese e di vedere le grandi collezioni di statue di divinità buddhiste presenti in musei ed esibizioni in molti paesi orientali. Così ha deciso che anche il Vietnam doveva averne una e sembra esserci riuscito.

Ha iniziato la sua raccolta circa dieci anni fa e ora ha raggiunto la quota di quasi 300 statue, raccolte in una stanza di circa 18 metri quadrati, provenienti dai pellegrinaggi in Oriente di Thich Tu Nghiem (Cina, India, Laos, Cambogia, Tailandia o Giappone) o da donazioni di collezionisti locali o seguaci buddhisti.

Una collezione che rappresenta un po’ anche la diversa storia del Buddhismo in ogni paese e in diverse epoche storiche: le icone infatti attraversano un lasso di tempo piuttosto ampio, dato che la più giovane ha 300 anni e la più antica quasi 700.

Anche le storie di come le statue sono venute a far parte della collezione sono varie. È capitato una volta di riuscire a comprare una statua per la quale era stata fatta un’offerta doppia e non solo riuscire ad avere la statua, ma riceverne un’altra in regalo dalla persona che aveva fatto l’offerta. In un’altra occazione si è riuscito a riunire un set completo di tre statue risalenti all’epoca dalla dinastia cinese Qing che comprende una statua di Siddharta Gautama (ripescata nel mare di Da Nang), una di Manjusri (portata in Vietnam da Ho Chi Minh City) e un’altra statua di Manjusri (ritrovata nella città di Da Lat).

Da sempre convinto che questa collezione è qualcosa che era nel suo destino, gli strani eventi che hanno portato le statue nella sua collezione lo hanno reso ancora più convinto del suo pensiero, fino al punto di affermare che non ha intenzione di vendere nessun pezzo della collezione per alcun motivo. Addirittura per quelle su cui ha messo gli occhi si è fatto fare dei dipinti che usa come segnaposto nella stanza della collezione.

Il suo sogno in fondo non è poi molto complicato: “Il mio più grande desiderio ora come ora è di essere in grado di costruire un museo nella pagoda dove possa ostrare le statue ai seguaci, in modo da far loro capire e conoscere meglio i diversi aspetti della cultura buddhista”.

Sembra che stia comunque riuscendo nella sua missione di regalare al Vietnam una grande collezione di statue buddhiste come quelle che ha visto nei paesi orientali. Sebbene non sia ancora riuscito a mostrarle tutte insieme – alcune le ha mostrate in una esposizione a collezionisti privati, mentre altre sono state esposte in alcuni festival Buddhisti alcuni anni fa – i ricercatori affermano che sia il detentore della collezione privata più grande nel suo genere in Vietnam.

A questo link potete vedere alcune delle statue.

Fonte: VnnNews | Talk Vietnam |

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...