La storia della statua buddhista fatta di meteorite potrebbe essere falsa

Iron Man, la statua di Buddha fatta di meteorite potrebbe avere un'altra storia

Secondo Achin Mayer, esperto di buddhismo dell’università Dongguk della Corea del Sud, la statua in questione non è così antica come ci si vorrebbe far credere.

Non è tanto l’autenticità del meteorite che il signor Mayer contenta, quanto le origini della statua stessa: secondo lui infatti è originaria del tempo dei nazisti, ma un’imitazione europea dell’arte tibetana, come dice nel suo rapporto che ha rilasciato.

Nel rapporto che ha stilato, afferma infatti che la statua potrebbe essere stata lavorata fra il 1919 e il 1970 e appoggia quest’idea facendo presente come alcuni dettagli della lavorazione, pseudo-tibetani come dice lui, non corrispondano a come i tibetani vedevano il mondo circa 1000 anni fa, ma piuttosto siano più simili alla visione che gli Europei del XX secolo avevano del Tibet e del Buddhismo. Tra questi dettagli simil-europei ci sono le scarpe che arrivano fino alle caviglie, invece dei tradizionali stivali, l’uso dei pantaloni, invece di una veste, maniche a forma di tubo a differenza di quelle negli abiti tradizionali tibetani o mongoli e la folta barba, che non si vede in sculture di divinità tibetane e Mongolia; infine un insolito orecchino singolo e un mantello più simile a quello indossato dai romani che non da antiche divinità tibetane.

Oltre alle origini della statua, Bayer ha qualcosa da dire anche sul fatto che la statua sia arrivata in Germania tramita una spedizione Nazista nel 1930. Grazie al parere di Isrun Engelhardt, uno storico tedesco che ha approfondito le spedizioni di quell’epoca, l’esperto dellUniversità di Seoul sospetta che la statua sia stata prodotta per il mercato di antichità o per il mercato di memorabilia naziste e che la storia le sia stata attribuita per accrescerne il valore.

Un altro aspetto interessante che affronta il rapporto è: chi rapprensenta la statua? Achin Mayer afferma che sebbene sia possibile che la prima scelta di Buchner sia corretta, e che potrebbe quindi rapprensentare Vaisravana, ci sono dettagli che potrebbero indicare che si tratti di una rappresentazione di Padmasambhava. La posizione delle gambe, in particolare, non ricorda solo Vaisravana, in una delle sue forme, ma anche Padmasambhava per via di alcuni degli indumenti indossati.

Il rapporto completo è disponibile in lingua inglese online qui.

La cosa che tiene a precisare Achin Mayer è che le sue conclusioni non vogliono essere in contrasto con il team di Buchner per quanto riguarda la composizione della statua, dato che i campi d’azione sono diversi.

Fonti: Daily Gossip | Discovery News

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...