Buddha diventa un cane per la Disney

Buudha cane Disney

Che la casa madre dei cartoni animati Disney con i suoi cartoni o serie per bambini inciampasse in una diatriba religiosa era poco pensabile anche dalle menti più fantasiose, ma a quanto pare è successo anche questo.

Il problema è stato sollevato da un gruppo tailandese chiamato Knowing Buddha Organization (Organizzazione per conoscere Buddha) e la diatriba ha come fulcro una serie per bambini che ha come protagonisti i Buddies, 5 cagnolini dal muso simpatico e tiracoccole che si chiamano Budderball, RoseBud, B-Dawg, MudBud e Buddha.

Sì, avete letto bene, uno di loro si chiama Buddha e, come potrete immaginare, è proprio questo che ha fatto nascere le proteste. Certo è strano come nome da affidare ad un cane, ma se si pensa che il protagonista della serie ama lo yoga e la meditazione e odia la carne rossa, magari la scelta risulta un po’ più comprensibile, sebbene discutibile. In una intervista esclusiva per l’episodio Space Buddies, gli vengono anche fatte domande sulla meditazione, su quante volte medita e se tutti possono fare yoga.

Il movimento di protesta Knowing Buddha è stato fondato dalla signora Acharavadee Wongsakon, 47 anni, proprio dopo che le sue figlie avevano affittato uno dei film della serie Buddies su iTunes, promuovendo un maggiore rispetto per la figura del Buddha.

Se la Disney avesse fatto la stessa cosa con il nome di Gesù o di Maometto, non credo che avrebbero trovato un posto dove nascondersi.” ha affermato la signora Acharavadee “Perché queste persone, le loro religioni, sono forti.”

Quello che i movimento di protesta chiede alla Disney è di smetterla di usare il nome Buddha per un cane.

Non c’è bisogno di cancellare la serie, basterebbe solo rimuovere il personaggio o cambiargli il nome.”

Ma questa è la richiesta più eclatante che fa il movimento: il fine ultimo del movimento è comunque quello di promuovere un maggiore rispetto per la figura del Buddha. In effetti non si può nascondere che dietro alla moda dell’etnico, ormai da diversi anni si utilizzi la figura e il nome di Buddha per incentivare il commercio: esempi possono essere il locale Buddha Bar – con tutte le compilation di musica chillout che sono uscite legate a questo nome – per non parlare degli oggetti d’arredamento, dipinti, statuette, o del vestiario che vengono commercializzati solo con l’intento di fare soldi, andando con questo esattamente contro uno dei cardini dell’insegnamento del Buddha: il non attaccamento al desiderio.

A favore di questo hanno anche fatto una marcia in Tailandia, il 30 giugno di quest’anno, dal motto “Stop Disrespecting Buddha” (Basta non rispettare il Buddha) per ricordare che “Buddha è un profeta del mondo”.

Nel sito del movimento, c’è anche un breve elenco delle cose che si dovrebbe e non dovrebbero fare nei confronti di Buddha.

Per quanto troviamo che alcuni punti siano forse un po’ esagerati, troviamo forse più stiracchiata l’attività del Buddha Dog Animal Massage che usando il nome di Buddha porta avanti un’attività di massaggi sugli animali…

Fonti: Chiangrai Times | Knowing Buddha | Kids’ turn central

One thought on “Buddha diventa un cane per la Disney

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...