Antica statua buddhista fatta di meteorite

Iron Man Vaisravana scolpito in un pezzo di meteorite

Un’antica statua buddista, recuperata da una spedizione nazista nel 1930, risulta essere stata originariamente ricavata da un meteorite di grande valore.

L’oggetto in questione è una statua vecchia di anni 1000, alta 24 cm, pesante 10 kg e sebbene si pensi riproduca Vaisravana, è stata soprannominata Iron Man. È riprodotto con una svastica a livello dello stomaco ed è costituito da un raro tipo di ferro ad alto contenuto di nichel. I ricercatori credono che sia parte del meteorite Chinga, che si schiantò sulla terra circa 15.000 anni fa.

La storia di questa statua ha una storia molto avvincente. È stata scoperta in Tibet, nel 1938, dallo scienziato tedesco Ernst Schafer. La sua spedizione era stata sostenuta dai nazisti, in particolare da Heinrich Himmler, il capo delle SS, il quale credeva nella razza ariana originaria del Tibet e voleva recuperare gli oggetti dalla zona.

Riportata in Germania, la statua entra a far parte di una collezione privata e scompare fino al 2007. Il nuovo proprietario quindi chiede un parere scientifico sulle origini dell’oggetto, rivolgendosi al dottor Buchner Elmar dell’Università di Stoccarda.

“Ero assolutamente sicuro che fosse un meteorite appena l’ho visto, anche a 10 metri” ha affermato il dottor Buchner. Ulteriori analisi hanno dimostrato che si trattava di un pezzo di atassite, un tipo di meteorite molto raro da trovare sulla Terra.

“È ricco di nichel, è ricca di cobalto. Meno dello 0,1% di tutte le meteoriti e meno dell’1% di meteoriti di ferro sono di atassite. È il tipo più raro di meteoriti si possano trovare.”

I meteoriti sono stati visti come un segno di attività divina in molte culture fin dalla notte dei tempi. Coltelli e gioielli sono stati fatti da meteoriti di ferro dagli antichi Inuit. Ma rintracciare la loro origine esatta spesso è molto difficile.

Gli scienziati tedeschi e austriaci che hanno lavorato all’Iron Man con il dottor Buchner sono sorpresi di essere stati in grado di collegare la statua ad uno specifico evento nella storia del meteorite.

I ricercatori ritengono che sia stata scolpita da un pezzo del meteorite Chinga che cadde nella regione di confine tra la Siberia orientale e la Mongolia circa 15.000 anni fa. I detriti del crollo sono stati scoperti solo nel 1913 da cercatori d’oro, ma il frammento dal quale è stata scolpita la statua è stato raccolto molti secoli prima.

I ricercatori pensano che la statuetta appartenga alla cultura pre-buddhista di Bon, che esisteva in Asia circa 1.000 anni fa.

“Se abbiamo ragione, ed è stata fatta nella cultura Bon nel 11° secolo, è assolutamente impagabile e assolutamente unica nel suo genere in tutto il mondo” ha osservato il dottor Buchner. I professore ha inoltre affermato che né la persona che l’ha scolpito né i nazisti avevano idea che fosse stata fatta con una sostanza così rara.

I risultati appaiono nella Gazzetta Meteoritics e Scienze Planetarie.

Fonti: Corriere della sera | BBC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...