Richard Gere tra l’ipocrisia della Cina e le chitarre

Richard Gere,‭ ‬si sa,‭ ‬è un fervente buddhista tibetano e devoto del Dalai Lama e nonostante il suo volto da bell’attore americano,‭ ‬ha messo a disposizione la sua fama per portare ogni volta che può l’attenzione sulla causa del popolo tibetano.‭ ‬Così ha fatto anche recentemente‭ ‬durante un’intervista al canale di news indiano‭ ‬NDTV‭ ‬24×7‭ ‬che ha concesso mentre era in India,‭ ‬in occasione del‭ ‬Kalachakra Puja.

Durante l’intervista ha avuto modo di esporre il proprio pensiero nei confronti della Cina.‭ ‬L’intervistatrice porta la discussione sulle immolazioni che i monaci tibetani hanno messo in atto quest’anno,‭ ‬dandosi fuoco,‭ ‬alcuni di loro tenendo in mano la fotografia del Dalai Lama,‭ ‬chiedendogli quale sia il suo pensiero al riguardo.‭ ‬Si tratta di una questione di motivazione,‭ ‬risponde lui,‭ ‬aggiugendo poi:

‭“‬…nessuna di questa auto-immolazioni ha danneggiato qualcun altro.‭ ‬E‭’ ‬totalmente un auto-sacrificio per il loro popolo,‭ ‬per gli altri.‭ […] ‬Ma penso sia più importante guardare alle cause del perché la gente sente di aver bisogno di fare questo genere di cose‭? ‬La Cina è un posto molto difficile da vivere,‭ ‬se sei un libero pensatore,‭ ‬se sei un artista,‭ ‬se sei una persona religiosa,‭ ‬ma soprattutto in Tibet.‭ ‬Penso che abbiano sbagliato nel misurare il popolo tibetano,‭ ‬pensando di poter sovvertire le profonde,‭ ‬profonde,‭ ‬profonde credenze religiose e farli diventare veri comunisti.‭ ‬Non succederà mai.‭ ‬Tutta la loro vita è incentrata intorno al Buddhismo,‭ ‬intorno ai loro maestri,‭ ‬ai loro guru,‭ ‬intorno al Buddhismo,‭ ‬agli alti ideali del Buddhismo.‭ ‬Non hanno intenzione di cambiare questo‭ [‬loro modo di essere,‭ ‬ndr‭] ‬in cento anni,‭ ‬duecento anni,‭ ‬mille anni,‭ ‬questo non cambierà mai.‭ ‬Abbiamo visto questo in tutto il mondo.‭ ‬Queste cose che sono così profondamente parte del cuore delle persone,‭ ‬non vanno mai via.‭ ‬Sempre riemergeranno e i Cinesi hanno davvero mal calcolato questo.‭ ‬Così,‭ ‬non importa quante strade costruiranno,‭ ‬quanti grattecieli o quanti,‭ ‬credo che ci siano circa sei o sette milioni di coloni cinesi,‭ ‬cinesi Han che sono stati portati in Tibet,‭ ‬fino ad ora,‭ ‬non cambierà mai.‭ ‬Dovrebbero uccidere ogni tibetano per cambiarlo e loro non lo faranno.‭ ‬Ciò che è più mistificante per me,‭ ‬e per molte persone che stanno seguendo questa situazione da lungo tempo,‭ ‬è che le cose potrebbero cambiare così radicalmente se i cinesi volessero vedere chiaramente com’è la situazione.‭ ‬Loro potrebbero cotrollare il Tibet.‭ ‬Questo lo stiamo dicendo da venti o trent’anni ormai.‭ ‬Loro potrebbero condurre il Tibet considerandolo parte della Cina,‭ ‬ma il problema per lui‭ (‬il Dalai Lama,‭ ‬ndr‭) ‬è la conservazione del popolo,‭ ‬il cuore della gente,‭ ‬che è nella loro religione e nella loro cultura.‭”

Dopo aver raccontato della vicenda in cui era stato invitato ai Golden Rooster Award‭ (‬una sorta di Golden Globe cinesi‭)‬,‭ ‬in occasione della quale aveva preteso di poter portare con sé uno dei suoi maestri tibetani,‭ ‬la discussione verte sullo spot‭ ‬che Richard Gere ha girato qualche anno fa per la Fiat,‭ ‬nel quale lui‭ ‬guidava la Lancia Delta da Hollywood al Tibet.‭ “‬E‭’ ‬un bello spot‭” ‬dice l’attore.‭ ‬L’intervistatrice quindi gli chiede se il fatto che la Cina sia una così grossa potenza economica,‭ possa rendere ‬la battaglia per il Tibet,‭ ‬un battaglia impossibile.

”No,‭ ‬non la rende impossibile,‭ ‬ma ovviamente è impegnativa ed è una sfida per tutti noi.‭ ‬Siamo più interessati ai soldi o siamo più interessati alla verità‭? ‬E i cinesi stessi devono porsi questa domanda.‭ ‬Voglio dire,‭ ‬ci sono enormi tumulti quando gli artisti vengono gettati in prigione,‭ ‬quando gli avvocati vengono messi in prigione,‭ ‬per i diritti umani vengono messi in prigione,‭ ‬quando la gente locale è stanca della corruzione e che la loro terra venga portata via.‭ ‬Se queste‭ ‬cose continuano in quella società,‭ ‬non avranno altre persone se non quella del sistema di sicurezza,‭ ‬che sta assumendo persone per controllarsi a vicenda.‭ ‬Voglio dire,‭ ‬questo è quello che è successo nell’unione Sovietica,‭ ‬questo è quello che succede in tutti questi totalitarismi.‭ ‬Alla fine devi inchinarti alla volontà del popolo e soprattutto per il loro progresso come economia,‭ ‬l’istruzione diventa anche superiore‭ […]‬.‭ ‬Nessuno vuole vivere in un’ipocrisia e la Cina è la più grande ipocrisia del mondo in questo momento.‭”

Il problema della causa tibetana inoltre è dato dal fatto che le altre nazioni,‭ ‬specialmente quelle appartenenti alle Nazioni Unite,‭ ‬sembrano affrontare la situazione Cina-Tibet in modo un po‭’ “‬freddo‭”‬,‭ ‬senza esporsi troppo:‭ ‬sebbene le nazioni credano che questa causa abbia al suo interno dei diritti morali,‭ ‬devono comunque tener conto delle loro relazioni strategiche con la Cina.‭ ‬Questo sta portando ad una diminuzione del supporto globale a questa causa‭?

”‭[‬…‭] ‬bisogna pensare in termini di lungo periodo,‭ ‬specialmente se sei coinvolto nella non-violenza.‭ ‬La non-violenza non dà risultati veloci.‭ ‬Ci vogliono decadi e per i tibetani ora sono‭ ‬60‭ ‬anni,‭ ‬ma ci potrebbero volere‭ ‬70‭ ‬o‭ ‬80‭ ‬anni,‭ ‬o forse centinaia di anni.‭ ‬Ma questo non cambierà a meno che i cinesi non uccidano ogni singolo tibetano e non credo siano capaci di farlo.‭
[…] non c’è nessuno nel movimento per il Tibet che voglia distruggere la Cina o offendere i cinesi.‭ ‬Sono le idee che‭ alimentano la sofferenza di altre persone[…] quelle vogliamo cambiare. […] Sarei imbarazzato se fossi un politico cinese e dire le cose che sono costretti a dire, sapendo che non sono vere.”
Qui potete leggere la trascrizione completa dell’intervista (in inglese).

‭Il supporto dell’attore di Chicago alle cause umanitarie, comunque, non si limita alle parole. E’ di dicembre 2011 infatti la notizia che abbia venduto la sua collezione di 102 chitarre e amplificatori ad un’asta di Christie’s di New York. Con questa vendita, Gere ha raccolto circa 1 milione di dollari che devolverà a favore di cause umanitarie.
Qui è possibile vedere i filmati riguardanti questa vendita.

Fonte:‭ ‬NDTV‭ | ‬Hollywood Reporter‭ | ‬The guardian‭ | Christie’s

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...