Il Premio Niwano ad un monaco tailandese

Il 1° marzo 2011 il premio Niwano, che si conferisce a leader religiosi che si distinguono nella loro azione a favore della pace, è stato consegnato a Sulak Sivaraksa.

Il premio viene conferito dalla Commissione dopo aver valutato oltre i candidati di oltre 700 persone di 125 paesi e diversa religione. Del vincitore di quest’anno è stato detto che è “una voce della ragione e dell’etica, che dice la verità al potere e sottolinea problemi concreti che riguardano la dignità umana”, evidenziando la sua intelligenza e il suo coraggio: “un coraggioso attivista buddista e un intellettuale capace di persuadere le persone a promuovere l’imortanza della consapevolezza sociale tra i buddisti di tutto il mondo”.

Di origini cinesi Sulak Sivaraksa è nato in Tailandia nel 1933 (nell’allora Sìam) e ha viaggiato per quasi trent’anni, ritornando nel suo paese solo nel 1961: in tutti gli anni della sua vita ha lavorato – come insegnante, studioso e autore di oltre cento libri in thai e inglese – per cambiare le opinioni dei politici, studiosi e dei giovani della Thailandia, dell’Asia e di tutto il mondo, promuovendo una nuova concezione della pace, della democrazia e dello sviluppo, fondando diversi movimenti, tra i quali il più conosciuto è l’INEB, International Network of Engaged Buddhists.
Per lui tutte le domande sul comportamento umano inizia con la prima verità del Buddha: la vita è sofferenza. “Ma non è soltanto una sofferenza personale. C’è anche una sofferenza sociale e ambientale.”
La seconda verità del Buddha è che la sofferenza viene dall’avidità, odio e illusioni.”L’avidità si manifesta nel capitalismo e nelle corporazioni transnazionali. L’odio viene dal militarismo e dall’imperialismo.”
Per aver apertamente criticato il Re Tailandese ha rischiato 45 di prigione (“Potrei passare il mio 120° compleanno in prigione” ha commentato nel 2009, a Melbourne al Parliament of the World’s Religions)

La cerimonia della consegna del premio – una medaglia d’oro e 20 milioni di yen è programmata per il 19 maggio a Tokyo: speriamo che l’occasione possa essere una nuova occasione per il Giappone per riprendersi dalla tragedia che l’ha colpito lo scorso 11 marzo.

Il Premio Niwano è organizzato dalla Niwano Peace Foundation, creata per la promozione della costruzione di un mondo di pace nel 1978 e legata a Nikkyo Niwano, fondatore nel 1938 dell’organizzazione buddista laica Rissho Kosei Kai.

Tra i vincitori del premio Niwano degli scorsi anno c’è anche la Comunità di Sant’Egidio che ha vinto il premio nel 1999.

Fonte: Notizie-24h.com | Asianews | The Age

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...