Sisma Giappone: il tempio zen Zuiganji

Foto di ellockie
Foto di ellockie

 

Il nord-est del Giappone, dopo il terremoto e il conseguente maremoto, è in ginocchio: l’ultimo bilancio parla di 16.600 tra morti e dispersi (e si presuppone che alla fine possano essere più di 20.000) e in più adesso c’è la minaccia nucleare. Un lato “un po’ meno importante” è il danno che questo disastro ha recato al patrimonio artistico giapponese.E’ ancora difficile avere notizie sulla totalità dei danni, ma alcune notizie cominciano a uscire. Lo Zuiganji, il tempio zen della setta Rinzai, tesoro nazionale giapponese, presenta importanti danni. Lo scrive il sito internet del quotidiano Yomiuri Shinbun. Secondo quanto ha riferito il Dipartimento cultura del Governo, in almeno 4-5 punti le mura delle strutture presentano infatti delle fratture. Dai controlli effettuati risultano essere almeno 33 fino ad adesso i siti di alto valore artistico-culturale che presentano danni. Fondo Ambiente

Qui e qui foto della baia di Matsushima dopo il maremoto.

Dal sito di Trycicle apprendiamo comunque che i danni al tempio comunque non devono essere molto gravi, dato che NHK ha riportato di 300 persone che sono state evacuate e messe in sicurezza nel Tempio Zuiganji.

Da Japan Guide

Sala principale del tempio Zuiganji

Lo Zuiganji è uno dei più importanti templi zen della regione di Tohoku, famoso soprattutto per le sue porte dorate scorrevoli dipinte splendidamente.
Il tempio fu fondato nell’828 da parte della setta Tendai, ma nel periodo di Kamakura è stato convertito in tempio zen. Dopo anni di abbandono, nel 1609 il feudatario Date Masamune lo restaurò, facendolo diventare il suo tempio di famiglia.
Questa struttura è la rappresentazione della bellezza naturale della baia di Matsushima: entrando nel tempio si percorre una lunga strada finacheggiata da entrambi i lati da alberi di cedro; un percorso alternativo è quello invece che porta ad una serie di grotte, in passato usate per la meditazione, nelle quali ora ci sono delle statue.
La sala principale del tempio appare proprio in fondo al camminamento alberato: un imponente edificio costruito nel periodo Edo dai migliori artigiani fatti venire da Kyoto e Wakayama, utilizzando il legname della regione Kumano, regione spiritualmente importante del Giappone. Vicino alla struttura principale cè il Kuri, la cucina dove venivano preparati i pasti dei per i monaci zen. Queste due strutture sono tesori nazionali.
Di fronte al Kuri c’è il Seiryuden, conosciuto anche come Zuiganji Art Museum, nel quale sono esposti alcuni tesori del tempio, incluse le fusuma, porte scorrevoli dorate, e manufatti del Clan Date, come ad esempio una statua di Date Masamune adornata dalla sua armatura.

Altre fonti: Il Giornale di Pachino | Japan Guide | pursuingwabi.com | A man with Tea

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...