I 2000 che non dovrebbero trovarsi in un tempio buddhista

corriere.it

BANGKOK – Oltre 2mila feti provenienti da cliniche per l’aborto illegale e rinchiusi in sacchi di plastica sono stati trovati in un tempio buddista a Bangkok. Dopo la scoperta di 348 corpicini pochi giorni fa, oggi la polizia ne ha trovati altri 1.700 dopo la confessione di 2 addetti al forno crematorio del tempio che erano d’accordo con una rete di cliniche per l’aborto illegale. I feti erano destinati a finire nel forno crematorio che pero’ ha avuto un guasto e non funzionava.

ditadifulmine.com

Inizialmente si credeva che fossero 300 i feti umani trovati nascosti in un tempio buddista nella capitale tailandese, Bangkok. Era il 16 novembre 2010: 3 giorni dopo, i feti umani erano oltre 2000.

E’ stato stabilito che i feti provenivano da aborti illegali, e conservati all’interno di buste che vengono generalmente utilizzate per conservare i corpi in attesa della cremazione.
La polizia è stata messa in allerta dalla segnalazione di alcuni locali, che percepivano un odore terribile da quando la fornace del tempio si era fermata per un guasto.

Due operai del tempio ed una donna erano dietro a questo business illegale della cremazione di feti umani: venivano pagati per sbarazzarsi dei feti provenienti da cliniche che praticano illegalmente l’aborto. Sono ora sotto arresto a Bangkok. La donna veniva pagata 16 dollari per ogni feto consegnato al tempio.

I feti sono stati ritrovati all’interno di buste di plastica in una nuova area dell’obitorio del tempio, dopo la scoperta di 348 feti contenuti in un’altra stanza.
I due operai arrestati hanno confessato di aver iniziato ad accumulare feti umani fin dal novembre del 2009, e non è ancora chiaro il perchè non li avessero ancora cremati.

In Thailandia l’aborto è illegale, a meno che la gravidanza non sia frutto di uno stupro o di incesto, o che possa risultare pericolosa per la donna.
La polizia ha affermato che hanno iniziato una massiccia campagna di controllo sulle 4000 cliniche di Bangkok su cui c’è il sospetto che stiano effettuando aborti ilegali. La maggior parte della popolazione non può permettersi l’aborto in cliniche autorizzate, e si rivolgono a vere e proprie organizzazioni criminali. Circa 80.000 donne all’anno abortiscono legalmente in Thailandia, ma non si ha una stima su quante si rivolgano alle cliniche illegali.

I due operai del tempi arrestati potrebbero essere condannati alla prigione per un anno, e ad una multa di 2000 baht (67 dollari circa). La dipendente della clinica invece, che ha confessato di aver consegnato feti provenienti da aborti illegali, potrebbe essere condannata a cinque anni di prigione e pagare una multa di 10.000 baht (333 dollari)

potrete leggere alcune reazioni on-line sulla notizia.
Thailandia, centinaia di feti umani sepolti in un tempio buddista
Caricato da Apcom-Video. – Video notizie dal mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...