Incontro europeo per l’apporto etico alla crisi economica

Recentamente l’incontro tra i più alti organi dell’Unione Europea e le maggiori confessioni mondiali ha scatenato la costernazione degli Indu. Anche Buddhisti o Confucianesi non sono stati invitati.

Di seguito la traduzione dell’articolo dal NewKerala.com che potete trovare in originale qui.

Percentuali delle maggiori religioni del mondo
Percentuali delle maggiori religioni del mondo
Gli indù sono turbati per non essere stati invitati dal presidente della Commissione Europea e dal Parlamento, insieme con i rappresentanti del cristianesimo, dell’Islam e dell’ebraismo per un incontro l’11 maggio a Bruxelles per discutere di contributi etici per il governo economico.L’acclamato statista indù Rajan Zed, in una dichiarazione in Nevada (USA), ha detto che è stato chiaramente un insulto agli Indù europei e mondiali ciò che è stato fatto dalla Commissione e del Parlamento Europei, i più alti organi d’Europa, che hanno scelto di ignorarli completamente. È stato un trattamento da matrigna, ha dichiarato.

Zed, che è presidente della Universal Society of Hinduism, ha sottolineato che l’induismo è la più antica e la terza più grande religione del mondo, con circa un miliardo di aderenti e un ricco pensiero filosofico e l’Unione Europea dovrebbe prenderli maggiormente in considerazione. Si stima infatti che circa due milioni di indù risiedano in Europa, dove ogni paese ha una comunità indù.

Rajan Zed ha detto inoltre che gli indù avevano dato un contributo positivo alla società multi-culturale d’Europa: hanno creduto nella coesistenza pacifica e nel rispetto per tutte le religioni, le tradizioni, le credenze, e le culture e che l’Europa dovrebbe dare il rispetto che meritano ai i suoi fratelli e sorelle indù.

Zed ha sostenuto che l’idea della Commissione e del Parlamento di avere un dialogo con i leader delle diverse religioni è molto lodevole, ma che il suo vero spirito di inclusione mancava sia nella formulazione che nell’attuazione. “Sono forse gli indù non contemplati nella Carta europea dei diritti fondamentali, che comprende ‘dignità’ e ‘uguaglianza’?” ha chiesto Rajan Zed.

Gli invitati inclusi nel rapporto sono stati i rappresentanti di: Chiesa anglicana (1), le Chiese della Riforma (3), Conferenza delle Chiese Europee (1), comunità islamiche (4), ebraico leader (1), Chiese ortodosse (4), Chiesa cattolica romana (4). La riunione è stata co-presieduta dal Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e dal Presidente del Parlamento europeo, Hans-Gert Pöttering. Le discussioni intorno alla “Crisi economica e finanziaria: i contributi per l’etica a livello europeo e mondiale del governo economico”, ha riferito Barroso, ha parlato di “senso di responsabilità” e Pöttering ha sottolineato “l’assicurazione che tutte le parti della nostra società sono curate”.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...